La dieta dell'iperteso: principi e pratiche chiave per il controllo dell'ipertensione arteriosa

November 6, 2023
categoria
Volete ricevere contenuti nella vostra e-mail ogni volta che viene pubblicato qualcosa?

sottoscrivere

Clicca per valutare questo post!
Totale: 1 Media: 5
ipertenso dieta

L'ipertensione, o pressione alta, è una malattia grave che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. È un importante fattore di rischio per le malattie cardiache, l'ictus e altre complicazioni. La dieta svolge un ruolo cruciale nel controllo dell'ipertensione e alcuni cambiamenti alimentari possono contribuire a ridurre la pressione arteriosa e il rischio di complicazioni. In questo articolo esamineremo i principi e le pratiche fondamentali della dieta per l'ipertensione.

Che cos'è l'ipertensione?

L'ipertensione, comunemente nota come pressione alta, è una malattia cronica che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. È una malattia grave che può danneggiare i vasi sanguigni e aumentare il rischio di malattie cardiache, ictus e altre complicazioni. L'ipertensione viene spesso definita "killer silenzioso" perché i sintomi non sono sempre evidenti. In questo articolo parleremo dell'ipertensione, delle sue cause e dei fattori di rischio, nonché della diagnosi e delle opzioni di trattamento. Inoltre, discuteremo dell'importanza della dieta per controllare l'ipertensione e ridurre il rischio di complicazioni. Conoscere l'ipertensione è fondamentale per chi è a rischio o ha già ricevuto una diagnosi, e apportare modifiche allo stile di vita, come l'adozione di una dieta sana, può migliorare notevolmente la salute generale e la qualità della vita.

Definizione e sintomi

  1. L'ipertensione è una malattia cronica caratterizzata da pressione arteriosa elevata.
  2. La pressione arteriosa viene misurata come sistolica (quando il cuore batte) e diastolica (quando il cuore riposa tra un battito e l'altro).
  3. Una pressione sanguigna normale è considerata pari o inferiore a 120/80 mmHg.
  4. L'ipertensione viene diagnosticata quando la pressione sanguigna misura costantemente 130/80 mmHg o più.
  5. I sintomi dell'ipertensione spesso passano inosservati, motivo per cui viene spesso definita "killer silenzioso".
  6. In alcuni casi, le persone affette da ipertensione grave possono accusare sintomi quali mal di testa, affaticamento, vertigini e visione offuscata.
  7. I fattori di rischio per l'ipertensione includono la genetica, l'età, il sesso, lo stile di vita (dieta scorretta, mancanza di attività fisica, ecc.), l'obesità, il fumo, lo stress e condizioni mediche come il diabete e le malattie renali.
  8. L'ipertensione viene solitamente diagnosticata attraverso la misurazione della pressione arteriosa e il trattamento può includere cambiamenti nello stile di vita e farmaci per controllare la pressione arteriosa e ridurre il rischio di complicazioni.

Cause e fattori di rischio

Uno dei fattori di rischio più importanti per l'ipertensione è la genetica. Le persone con una storia familiare di ipertensione hanno maggiori probabilità di svilupparla. Inoltre, con l'avanzare dell'età aumenta il rischio di ipertensione. Anche gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare l'ipertensione rispetto alle donne, soprattutto dopo i 45 anni.

Anche i fattori legati allo stile di vita giocano un ruolo importante nello sviluppo dell'ipertensione. Una dieta inadeguata, la mancanza di attività fisica e il sovrappeso sono fattori di rischio per l'ipertensione. Una dieta ricca di sodio e povera di potassio e di altri nutrienti essenziali può contribuire allo sviluppo dell'ipertensione. È noto che il sodio aumenta la pressione sanguigna, mentre il potassio può contribuire ad abbassarla. Anche un'attività fisica inadeguata può contribuire all'ipertensione causando un aumento di peso e un incremento dei livelli di stress.

Il fumo è un altro importante fattore di rischio per l'ipertensione. La nicotina provoca la costrizione dei vasi sanguigni, aumentando la pressione arteriosa. Inoltre, il fumo può danneggiare il rivestimento dei vasi sanguigni, facilitando l'accumulo di placca e aumentando il rischio di malattie cardiache.

Lo stress è un altro fattore che può contribuire allo sviluppo dell'ipertensione. Quando una persona è sottoposta a stress, il corpo rilascia ormoni che causano la costrizione dei vasi sanguigni e l'aumento della frequenza cardiaca. Nel tempo, lo stress cronico può danneggiare i vasi sanguigni e aumentare il rischio di ipertensione e di altre malattie cardiovascolari.

Anche alcune condizioni mediche possono contribuire allo sviluppo dell'ipertensione. Il diabete e le malattie renali, in particolare, sono noti per aumentare il rischio di ipertensione. Il diabete può danneggiare i vasi sanguigni e causare l'accumulo di placche, mentre le malattie renali possono compromettere la capacità dei reni di regolare la pressione sanguigna.

Diagnosi e trattamento

Per prima cosa si misura la pressione arteriosa con uno sfigmomanometro, che consiste in un bracciale gonfiabile da posizionare intorno alla parte superiore del braccio e in un manometro che misura la pressione all'interno del bracciale. La pressione sanguigna viene registrata in due numeri, la pressione sistolica (quando il cuore batte) e la pressione diastolica (quando il cuore riposa tra un battito e l'altro). La pressione sanguigna normale è considerata pari o inferiore a 120/80 mmHg, mentre l'ipertensione viene diagnosticata quando la pressione sanguigna misura costantemente 130/80 mmHg o più.

Una volta diagnosticata l'ipertensione, il trattamento di solito comprende cambiamenti dello stile di vita e farmaci per ridurre la pressione sanguigna e il rischio di complicazioni. I cambiamenti nello stile di vita possono includere una dieta sana, un'attività fisica regolare, la cessazione del fumo, la riduzione del consumo di alcol e la gestione dello stress.

Una dieta sana per le persone affette da ipertensione dovrebbe essere povera di sodio e ricca di potassio, oltre che di altri nutrienti essenziali come il calcio e il magnesio. Si raccomanda una dieta ricca di frutta, verdura, cereali integrali, proteine magre e grassi sani. Anche la limitazione degli alimenti elaborati e confezionati, spesso ricchi di sodio, può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna.

Un'attività fisica regolare può anche contribuire ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di complicazioni. Cercate di fare almeno 30 minuti di esercizio fisico di intensità moderata nella maggior parte dei giorni della settimana, ad esempio camminando a passo sostenuto, andando in bicicletta, nuotando o praticando altre attività aerobiche. Anche gli esercizi di forza, come il sollevamento pesi o gli esercizi con bande di resistenza, possono contribuire a ridurre la pressione sanguigna.

Possono essere prescritti anche farmaci per abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di complicazioni. Esistono diverse classi di farmaci per il trattamento dell'ipertensione: diuretici, ACE-inibitori, ARB, calcio-antagonisti, beta-bloccanti e altri. La scelta del farmaco dipende dai valori pressori, dall'anamnesi e da altri fattori.

Oltre ai cambiamenti nello stile di vita e ai farmaci, per le persone affette da ipertensione è importante un regolare monitoraggio della pressione arteriosa. La pressione arteriosa deve essere monitorata regolarmente da un operatore sanitario e ai pazienti può essere consigliato di controllare la pressione arteriosa a casa con un misuratore di pressione.

Principi chiave della dieta per ipertesi

L'ipertensione, o pressione alta, è una malattia comune e grave che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Sebbene i farmaci possano essere un modo efficace per controllare l'ipertensione, anche i cambiamenti nello stile di vita, come l'adozione di una dieta sana, possono contribuire a ridurre la pressione sanguigna e il rischio di complicazioni. La dieta per l'ipertensione è un insieme di linee guida dietetiche studiate per aiutare le persone affette da ipertensione a migliorare la propria salute e a controllare la pressione arteriosa. In questo articolo discuteremo i principi chiave della dieta per l'ipertensione, compresi gli alimenti consigliati, quelli da evitare e altre considerazioni dietetiche.

Limitazione del sodio

La restrizione del sodio è una componente fondamentale della dieta per ipertesi. Un consumo eccessivo di sodio può aumentare la pressione arteriosa, mentre una riduzione dell'apporto di sodio può contribuire ad abbassarla. Per ridurre l'apporto di sodio, limitare gli alimenti lavorati e confezionati, spesso ricchi di sodio, e optare invece per alimenti freschi o minimamente lavorati. Utilizzate erbe e spezie per condire i cibi al posto del sale e leggete le etichette degli alimenti per controllare il contenuto di sodio. Non consumate più di 2.300 milligrammi di sodio al giorno, o 1.500 milligrammi al giorno se soffrite di ipertensione grave o di altri problemi di salute.

Assunzione di potassio e magnesio

Il potassio e il magnesio sono nutrienti essenziali che possono contribuire a ridurre la pressione sanguigna se consumati nell'ambito di una dieta sana. Gli alimenti ricchi di potassio sono frutta, verdura, legumi e latticini. Gli alimenti ricchi di magnesio includono noci, semi, cereali integrali e verdure a foglia verde. Cercate di assumere almeno 2.000-3.000 milligrammi di potassio al giorno e 400-500 milligrammi di magnesio al giorno nell'ambito di una dieta equilibrata. Gli integratori di potassio e magnesio devono essere assunti solo sotto la supervisione di un medico.

Fibre e cereali integrali

I cereali integrali e quelli ad alto contenuto di fibre sono componenti importanti della dieta per le persone con pressione alta. I cereali integrali, come il riso integrale, la quinoa e il pane integrale, sono ricchi di fibre, vitamine e minerali. Le fibre possono contribuire ad abbassare la pressione sanguigna migliorando i livelli di colesterolo e riducendo l'infiammazione. Puntate ad almeno 25 grammi di fibre al giorno per le donne e 38 grammi per gli uomini. Sostituite i cereali raffinati con quelli integrali quando possibile e scegliete alimenti ricchi di fibre come frutta, verdura e legumi.

Prodotti caseari a basso contenuto di grassi

I latticini a basso contenuto di grassi sono una buona fonte di calcio, vitamina D e proteine, nutrienti importanti per la salute generale. Il consumo di latticini a basso contenuto di grassi nell'ambito di una dieta per ipertesi può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna. Puntate a 2-3 porzioni di latticini a basso contenuto di grassi al giorno, come il latte scremato o all'1%, lo yogurt magro e il formaggio magro. I latticini devono essere consumati con moderazione, poiché possono essere ricchi di grassi saturi. Considerate le fonti vegetali di calcio e proteine se siete intolleranti ai latticini o se seguite una dieta vegana.

Proteine magre

Le proteine magre sono un componente importante della dieta degli ipertesi. La scelta di proteine magre può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache e ad abbassare la pressione sanguigna. Pollame, pesce, fagioli, lenticchie e tofu sono buone fonti di proteine magre. Limitare la carne rossa e le carni lavorate, che sono ricche di grassi saturi e sodio. Puntate a 2-3 porzioni di proteine magre al giorno e preparatele con metodi di cottura sani, come la griglia, il forno o l'arrosto.

Frutta e verdura

Frutta e verdura sono la pietra miliare della dieta degli ipertesi. Sono ricche di fibre, vitamine, minerali e antiossidanti, che possono contribuire ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di malattie cardiache. Puntate ad almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno e sceglietene di vari colori per garantire una gamma di nutrienti. La frutta e la verdura fresca, congelata o in scatola possono far parte di una dieta sana. Limitate i succhi di frutta e le noci, che possono essere ricchi di zuccheri aggiunti.

Evitare i cibi veloci e trasformati

Evitare i cibi elaborati e veloci è un aspetto importante della dieta per gli ipertesi. I cibi elaborati e veloci sono spesso ricchi di sodio, grassi saturi e zuccheri aggiunti, che possono aumentare il rischio di ipertensione e altri problemi di salute. Scegliete invece alimenti freschi o poco elaborati e leggete le etichette degli alimenti per verificare il contenuto di sodio e zuccheri. Quando si mangia fuori casa, scegliere ristoranti che offrono opzioni più salutari, come proteine alla griglia o al vapore, insalate e piatti a base di verdure. Limitate i fast food e i cibi pronti, spesso ricchi di calorie e poveri di nutrienti.

Esempio di piano alimentare per la dieta dell'iperteso

Seguire un piano alimentare sano è una componente importante della gestione dell'ipertensione. Una dieta equilibrata che includa frutta, verdura, proteine magre, cereali integrali e latticini a basso contenuto di grassi può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di malattie cardiache. Lo sviluppo di un piano alimentare esemplificativo per la dieta degli ipertesi può essere utile per garantire che esso soddisfi le loro esigenze nutrizionali, controllando al contempo l'assunzione di sodio, grassi saturi e zuccheri aggiunti. In questo articolo forniremo un esempio di piano alimentare giornaliero per la dieta dell'iperteso, insieme a consigli per la pianificazione e la preparazione dei pasti.

Colazione

  • 1 piccolo bagel integrale
  • 2 cucchiai di formaggio cremoso a basso contenuto di grassi
  • 1 mela media
  • 8 once di succo di verdura a basso contenuto di sodio

Questa colazione offre un equilibrio di cereali integrali, proteine e frutta, tenendo sotto controllo l'apporto di sodio. Il bagel integrale è una buona fonte di fibre e la ricotta magra aggiunge un po' di proteine senza eccesso di grassi saturi. Le mele forniscono ulteriori fibre e vitamine e il succo di verdura a basso contenuto di sodio è un ottimo modo per assumere una porzione extra di verdure.

Pranzo

  • 300 g di petto di pollo alla griglia
  • 1 tazza di verdure miste
  • 1/2 tazza di pomodori ciliegini
  • 1/2 tazza di cetrioli a fette
  • 1/4 di tazza di carote tritate
  • 1 cucchiaio di vinaigrette al balsamico
  • 1 piccolo panino integrale

Questo pranzo è povero di sodio, ma ricco di fibre, vitamine e minerali. Il petto di pollo alla griglia è una fonte di proteine magre a basso contenuto di grassi saturi. Verdure miste, pomodori ciliegini, cetrioli e carote forniscono una varietà di colori e sostanze nutritive, mentre la vinaigrette al balsamico aggiunge sapore senza eccesso di sodio. Il rotolo di pane integrale fornisce fibre e carboidrati extra per mantenere il senso di sazietà per tutto il pomeriggio.

La cena

  • 300 g di salmone alla griglia
  • 1 tazza di cavoletti di Bruxelles arrostiti
  • 1/2 tazza di quinoa cotta
  • 1/4 di tazza di mandorle scagliate
  • 1 cucchiaio di olio d'oliva
  • 1/2 limone

Questa cena è ricca di acidi grassi omega-3, fibre e proteine utili per il cuore. Il salmone alla griglia è un'ottima fonte di omega-3, che possono contribuire a ridurre l'infiammazione e la pressione sanguigna. I cavoletti di Bruxelles arrostiti sono una buona fonte di fibre, vitamina C e vitamina K. La quinoa cotta apporta ulteriori proteine e fibre, mentre le mandorle tritate aggiungono croccantezza e grassi sani. L'olio d'oliva è una buona fonte di grassi monoinsaturi e può essere utilizzato per insaporire le verdure e la quinoa. Una spruzzata di succo di limone aggiunge più sapore senza aggiungere sodio.

Consigli per il mantenimento di una dieta per l'ipertensione

Il mantenimento di una dieta sana è una componente fondamentale del controllo dell'ipertensione. Tuttavia, seguire una dieta per ipertesi può essere difficile, soprattutto quando si mangia fuori casa o quando si ha poco tempo. Fortunatamente, esistono numerosi consigli e strategie che possono aiutarvi a seguire la dieta e a ottenere un migliore controllo della pressione arteriosa. In questo articolo vi forniremo alcuni consigli pratici per mantenere la vostra dieta per l'ipertensione, tra cui consigli sulla pianificazione dei pasti, sulla spesa, sul mangiare fuori casa e sulla gestione delle voglie.

Pianificazione e preparazione dei pasti

  1. Pianificare in anticipo: ogni settimana prendetevi del tempo per pianificare i pasti e gli spuntini per la settimana successiva. In questo modo eviterete di fare scelte impulsive o di ricorrere a cibi pronti che non sono adatti ai vostri obiettivi dietetici.
  2. Fate una lista della spesa: una volta pianificati i pasti, fate una lista degli ingredienti necessari e attenetevi ad essa quando fate la spesa. In questo modo eviterete di acquistare prodotti inutili che potrebbero non essere salutari per voi.
  3. Cucinate all'ingrosso: preparare grandi quantità di cibo può farvi risparmiare tempo e rendere più facile rispettare il vostro piano alimentare durante la settimana. Potete anche congelare singole porzioni da tenere a portata di mano nei giorni più impegnativi.
  4. Usate metodi di cottura sani: optate per metodi di cottura sani come la cottura al forno, l'arrosto o la cottura a vapore invece della frittura. Questo può aiutare a ridurre l'assunzione di grassi e sodio non salutari.
  5. Sperimentate con erbe e spezie: Le erbe e le spezie possono aggiungere sapore ai vostri pasti senza aggiungere sodio. Sperimentate diverse combinazioni di sapori per mantenere i vostri pasti interessanti e gustosi.

Pianificando in anticipo, facendo una lista della spesa, cucinando all'ingrosso, utilizzando metodi di cottura sani e sperimentando erbe e spezie, è possibile rendere la pianificazione e la preparazione dei pasti più facile e piacevole, pur mantenendo una dieta ipertensiva.

Mangiare fuori casa

  1. Controllare il menu in anticipo: controllate il menu del ristorante online prima di andare, in modo da poter pianificare in anticipo e scegliere opzioni più salutari.
  2. Scegliere con saggezza: quando si sceglie il cibo, cercare piatti a basso contenuto di sodio, grassi saturi e zuccheri aggiunti. Evitate i piatti fritti, impanati o ricoperti di salse.
  3. Chiedete modifiche: non abbiate paura di chiedere modifiche al vostro pasto, come ad esempio chiedere una salsa a parte o chiedere che il cibo sia grigliato invece che fritto.
  4. Attenzione alle dimensioni delle porzioni: Le porzioni al ristorante sono spesso più abbondanti di quelle che si mangerebbero a casa, per cui è bene considerare la possibilità di dividere il pasto con un amico o di portare a casa metà del pasto per gli avanzi.
  5. Evitare o limitare l'alcol: le bevande alcoliche possono aumentare la pressione sanguigna, quindi è meglio evitarle o limitarle quando si cena fuori.
  6. Non saltare i pasti: può essere allettante saltare i pasti in previsione di un pasto abbondante al ristorante, ma questo può portare a mangiare troppo e a scelte alimentari non salutari. Attenetevi al vostro programma di pasti regolari e fate uno spuntino sano prima di andare al ristorante.

Consultando il menu in anticipo, facendo scelte corrette, chiedendo modifiche, considerando le dimensioni delle porzioni, evitando o limitando gli alcolici e non saltando i pasti, è possibile mangiare fuori casa mantenendo una dieta ipertensiva.

Leggere le etichette degli alimenti

  1. Guardate le dimensioni della porzione: prestate attenzione alle dimensioni della porzione sull'etichetta, poiché tutte le informazioni riportate sull'etichetta si riferiscono a questa particolare dimensione.
  2. Controllare il contenuto di sodio: cercare di scegliere alimenti a basso contenuto di sodio. L'American Heart Association raccomanda di consumare meno di 2.300 milligrammi di sodio al giorno, ma idealmente più vicino a 1.500 milligrammi al giorno per le persone con ipertensione.
  3. Attenzione agli zuccheri aggiunti: gli zuccheri aggiunti possono contribuire all'aumento di peso e all'ipertensione. Cercate alimenti con pochi o nessun tipo di zuccheri aggiunti e mirate a un'assunzione giornaliera di non più di 6 cucchiaini per le donne e 9 cucchiaini per gli uomini.
  4. Cercate i grassi sani: scegliete alimenti a basso contenuto di grassi saturi e trans e ricchi di grassi insaturi, come quelli presenti nelle noci, nei semi e nel pesce azzurro.
  5. Controllare il contenuto di fibre: gli alimenti ricchi di fibre possono contribuire a favorire il senso di sazietà, a regolare la glicemia e ad abbassare la pressione sanguigna. Cercate alimenti che contengano almeno 3 grammi di fibre per porzione.

Facendo attenzione alle dimensioni delle porzioni, controllando il contenuto di sodio, osservando gli zuccheri aggiunti, cercando i grassi sani e controllando il contenuto di fibre, è possibile fare scelte informate leggendo le etichette degli alimenti e mantenendo una dieta per ipertesi.

Monitoraggio della pressione arteriosa

  1. Utilizzare un misuratore di pressione affidabile: è importante utilizzare un misuratore di pressione affidabile per ottenere letture accurate. Chiedete al vostro medico quale tipo di misuratore di pressione è adatto a voi.
  2. Misurare regolarmente la pressione arteriosa: un monitoraggio regolare può aiutare a identificare le tendenze e gli schemi della pressione arteriosa e ad apportare di conseguenza modifiche alla dieta e allo stile di vita.
  3. Tenere traccia dei valori: registrare i valori della pressione arteriosa in un registro o in un diario per monitorare i cambiamenti nel tempo.
  4. Misurare la pressione arteriosa ogni giorno alla stessa ora: la costanza è essenziale per il monitoraggio della pressione arteriosa. Cercate di misurare la pressione alla stessa ora ogni giorno, preferibilmente al mattino, prima di mangiare o di assumere farmaci.
  5. Praticare una tecnica corretta: seguire le istruzioni del misuratore di pressione per ottenere letture accurate. Sedetevi in una posizione comoda, con i piedi appoggiati sul pavimento e il braccio all'altezza del cuore.
  6. Condividere le letture con l'operatore sanitario: condividere la registrazione della pressione arteriosa con l'operatore sanitario per aiutarlo a prendere decisioni informate sul piano terapeutico.

Se si utilizza un misuratore di pressione affidabile, si controlla regolarmente la pressione arteriosa, si tiene un registro dei valori rilevati, li si rileva ogni giorno alla stessa ora, si pratica una tecnica corretta e si condividono i valori rilevati con il proprio medico curante, è possibile controllare efficacemente la pressione arteriosa e gestire l'ipertensione.

Conclusioni: L'importanza della dieta per ipertesi e i benefici a lungo termine

In conclusione, seguire una dieta per ipertesi può svolgere un ruolo fondamentale nel controllo dell'ipertensione e nel miglioramento della salute generale. Inserendo una varietà di alimenti ricchi di sostanze nutritive, limitando il sodio e gli alimenti elaborati e monitorando regolarmente la pressione arteriosa, le persone possono migliorare il controllo della pressione arteriosa, ridurre il rischio di malattie cardiache, ictus e altre complicazioni per la salute associate all'ipertensione.

I benefici della dieta per ipertesi vanno oltre il controllo della pressione arteriosa. Una dieta equilibrata e ricca di sostanze nutritive può anche portare a una perdita di peso, a un miglioramento dei livelli di colesterolo, a un migliore controllo della glicemia e a un aumento dei livelli di energia. Inoltre, seguire una dieta e uno stile di vita sani può ridurre il rischio di sviluppare altre malattie croniche come il diabete, alcuni tipi di cancro e l'osteoporosi.

È importante ricordare che la dieta per ipertesi non è una soluzione a breve termine, ma un cambiamento di stile di vita a lungo termine. Con dedizione e perseveranza, gli individui possono raccogliere i benefici di una dieta ipertensiva e migliorare la loro salute e il loro benessere generale.

Riferimenti

  • Ackley, S., E. Barrett-Connor, and L. Suarez. 1983. Dairy products, calcium and blood pressure. Am. J. Clin. Nutr. 38:457-461. [PubMed]
  • Anderson, J.W. 1986. High-fiber, hypocaloric vs very-low-calorie diet effects on blood pressure of obese men. Am. J. Clin. Nutr. 43:695.
  • Armstrong, B., H. Coates, and A.J. van Merwyk. 1977. Blood pressure in Seventh-Day Adventist vegetarians. Am. J. Epidemiol. 105:444-449. [PubMed]
  • Ayachi, S. 1979. Increased dietary calcium lowers blood pressure in the spontaneously hypertensive rat. Metabolism 28:1234-1238. [PubMed]
  • Batuman, V., E. Landy, J.K. Maesaka, and R.P. Wedeen. 1983. Contribution of lead to hypertension with renal impairment. N. Engl. J. Med. 309:17-21. [PubMed]
  • Beaglehole, R., C.E. Salmond, A. Hooper, J. Huntsman, J.M. Stanhope, J.C. Cassel, and I.A. Prior. 1977. Blood pressure and social interaction in Tokelauan migrants in New Zealand. J. Chronic Dis. 30:803-812. [PubMed]
  • Beevers, D.G., J.K. Cruickshank, W.B. Yeoman, G.F. Carter, A. Goldberg, and M.R. Moore. 1980. Blood-lead and cadmium in human hypertension. J. Environ. Pathol. Toxicol. 4:251-260. [PubMed]
  • Belizan, J.M., J. Villar, O. Pineda, A.E. Gonzalez, E. Sainz, G. Garrera, and R. Sibrian. 1983. Reduction of blood pressure with calcium supplementation in young adults. J. Am. Med. Assoc. 249:1161-1165. [PubMed]
  • Berenson, G.S. 1980. Cardiovascular Risk Factors in Children. Oxford University Press, New York. 453 pp.
Clicca per valutare questo post!
Totale: 1 Media: 5
Volete ricevere contenuti nella vostra e-mail ogni volta che viene pubblicato qualcosa?

sottoscrivere

Ricetta della dieta DASH Ceci saltati con pollo e broccoli
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 Sapori saltati: un'avventura culinaria salutare Esplorare l'arte del soffritto rivela un mondo culinario in cui salute e piacere si intrecciano armoniosamente. Mentre la cottura a vapore rappresenta un'opzione salutare, il soffritto si distingue pe...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Colazione energetica della dieta DASH con yogurt, mirtilli e burro di noci
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 Nella frenetica routine quotidiana, non si può sottovalutare l'importanza di una colazione che sia deliziosa e nutriente, ed è qui che la Dieta DASH diventa la nostra guida per un inizio di giornata energico ed equilibrato. Questa colazione energ...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Insalata di salmone, patate e pomodori dietetica Dash
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 Nell'universo delle opzioni culinarie salutari, l'insalata tiepida di salmone e patate con erbe fresche rappresenta una festa per i sensi. Più che una semplice combinazione di ingredienti, questa ricetta rappresenta una sinfonia di sapori vibranti...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Ricetta dietetica per l'ananas arrostito
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 La dieta DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension) è nota per la sua attenzione alla promozione della salute cardiovascolare e alla riduzione della pressione sanguigna. I suoi principi si concentrano sul consumo di alimenti ricchi di sostanze...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Hummus di barbabietola ricetta della dieta Dash
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 Immergetevi in un'esperienza culinaria vivace e salutare con la nostra irresistibile ricetta dell'Hummus di barbabietola. Questa squisita salsa non solo delizierà il vostro palato con la sua combinazione di morbidezza e dolcezza, ma apporterà anc...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Il potere di un'alimentazione sana: le chiavi per una vita più sana
Clicca per valutare questo post! Totale: 1 Media: 5 Nell'attuale contesto di crescenti preoccupazioni per la salute, l'alimentazione è diventata una componente centrale per mantenere uno stato di benessere ottimale. Malattie croniche come diabete, obesità, malattie cardiovascolari e cancro hanno r...

Categoria: Dieta e salute
Tags: , , ,


Per saperne di più
Copyright © Medical Pill Reminder
Informativa sulla privacy